I turisti italiani possono viaggiare liberamente in Grecia senza dover rispettare quarantena e senza dover sottostare a restrizioni di viaggio. Per entrare in Grecia è indispensabile compilare questo modulo online almeno 48 ore prima.
All'arrivo verranno effettuati dei controlli a campione. Se il vostro volo/traghetto sarà scelto per il test, tutti i passeggeri saranno sottoposti all'esame del tampone. Immediatamente dopo aver eseguito il tampone, i passeggeri potranno raggiungere liberamente la loro destinazione. Solo nel caso in cui il test risultasse positivo, il singolo passeggero verrà messo in quarantena per 14 giorni, a spese dello Stato greco.
Per ulteriori informazioni e aggiornamenti vi consigliamo di consultare il sito dell'Ambasciata Greca e il sito Re-Open a cura dell'Unione Europea.

Stefanou

La spiaggia di Stefanou si trova all'interno di un piccolo fiordo della penisola di Akrotiri, una delle 3 insenature conosciute come i porti del diavolo.

La bellissima spiaggia di Stefanou si trova all’interno di un piccolo fiordo sulla costa orientale della penisola di Akrotiri nella provincia di Hanià, a una ventina di chilometri dalla città di La Canea.

La spiaggia è la più a nord delle 3 piccole insenature strette e parallele che i cretesi chiamano i porti del diavolo visto l’aspro e selvaggio paesaggio che le circonda.

La baia di Stefanou ha ciottoli bianchi e acque cristalline protetta dal colore verde intenso a riva che sfuma nel blu profondo mano a mano ci si allontana dalla terraferma.

Per raggiungere la spiaggia bisogna incamminarsi su un ripido sentiero attraverso la Gola di Diplohahalo, vicino al villaggio di Chordaki, o tramite il sentiero, anche questo impegnativo, che parte al fianco della chiesa di Agios Spyridon.

Dove si trova

Alloggi Stefanou
Cerchi un alloggio in zona Stefanou?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Stefanou
Mostrami i prezzi

Spiagge nei dintorni